Un preamplificatore per i 10GHz

Semplice e veloce da realizzare, sfruttando le basette in vendita da RF Elettronica di Franco Rota I2FHW. I circuiti che si vedono nell'immagine, credo fossero utilizzati come doppi LNB per TV satellite sulla banda dei 11.7GHz. I componenti piu' interessanti, montati su queste basette, sono i quattro PHEMT della Nec tipo NE32584. Ma piu' interessante ancora e' la possibilita' di sfruttare anche la parte di circuito stampato in ottimo teflon per poter facilmente costruire un preamplificatore per la banda dei 3cm. 

Come si puo' notare dall'immagine, ho ritagliato, con un cutter, la parte di circuito che comprende il fet, le linee di gate e di drain a 50ohm e le linee di alimentazione con relative resistenze e condensatori di filtro. Ho anche sostituito il fet dello stadio che ho messo come primo, con un componente piu' performante, della Mitsubishi tipo MGF4953A ma, si puo' lasciare tranquillamente il componente originale. Come contenitore per il preamplificatore, ho usato il modello di dimensioni 54x36x28 con i coperchi in entrambi i lati in lamierino stagnato. Con un cutter tipo quelli da modellista, ritagliare dalla basetta le due parti di circuito come si vede nella foto sopra. In particolare, il primo stadio sarÓ ricavato dalla parte di circuito che ha la linea di gate piu' lunga e va tagliato subito prima della curva a 90░ della linea mentre dalla parte del drain il taglio va effettuato dove termina la strip a 50ohm dopo aver tolto la capacita da 1pF. Il secondo stadio, invece, va ritagliato in modo che la sua dimensione, sommata a quella del primo, occupi perfettamente la dimensione in lunghezza della scatolina metallica, comprendendo per˛ anche il condensatore di disaccoppiamento dal lato del drain. Nel taglio delle due parti di circuito occorre lasciare anche la parte di massa forata che sfrutteremo per saldarla alla scatolina. Si veda l'immagine sotto. 

Nel primo stadio va interrotta la linea di gate a 50 ohm per poter inserire la capacacitÓ. Effettuare un taglio molto sottile col cutter a 3 - 4 mm dall'inizio della linea poi saldare un condensatore da 1pF . A questo punto si possono assemblare i circuiti dentro la scatola cercando di allinearli il meglio possibile. Ovviamente prima di questa operazione, la scatola va forata per alloggiare i connettori SMA di ingresso e uscita ed il condensatore passante per l'alimentazione. Una volta fissati i circuiti dentro la scatola, si deve ritagliare un rettangolo di rame o ottone per chiudere il vano RF dalla parte sottostante. Praticare anche tre fori per montare altrettanti condensatori passanti per portare le alimentazioni ai fet. Saldare poi tutto il perimetro del circuito stampato compreso la parte in rame con la scatolina metallica. Infine saldare un condensatore da 1pF tra i due stadi.

A questo punto si deve costruire la parte di alimentazione usando lo stabilizzatore 7805 in to220 che si trova sulla basetta ritagliata e per i negativi usare un ICL7660 e due trimmer da 10kohm per la regolazione della corrente. Tarare i trimmer inizialmente per avere 2V sui drain. Con un misuratore di figura di rumore, aggiungere delle pagliette sulle linee fino ad avere la minima nF. Per ultimo ritoccare la taratura dei trimmer sempre per la minima nF. Si veda la foto sopra.

Le prestazioni ottenute sono ottime per un preamplificatore uso tropo con ingresso ed uscita in coassiale ed un costo totale che non supera i 15 euro: gain 28,5 dB, nF 0,95dB. Alimentazione 13,8V@35mA

Occorre mettere del materiale assorbente sul coperchio per eliminare le eventuali auto oscillazioni che possono insorgere chiudendo il contenitore.